Abbazia delle tre fontane – Roma

Abbazia delle tre fontane - Roma
Foto Abbazia delle tre fontane

Questo post è disponibile anche in: enInglese

L’abbazia delle tre fontane si trova nella parte sud di Roma, nella zona considerata più moderna della città. Per raggiungerla basta percorrere la via Laurentina prendendo la laterale via delle Acque Salvie fino al complesso dell’ abbazia delle tre fontane.
Questa località inizia la sua connotazione storica nel II-III sec d.C., legata per tradizione al martirio di San Paolo. Infatti per detto popolare la testa del Santo, dopo il martirio e la decapitazione, rimbalzò per tre volte dando origine alle tre fonti di acqua. Nel VIII-IX secolo il complesso venne adibito a monastero, risale a quest’epoca la fortificazione creata per difesa ed il punto di accesso costituito dall’ arco di Carlo Magno.
Il monastero passò da monaci greci a benedettini, fino ad arrivare nel 1140 ai Cistercensi, che lo ricostruirono interamente. Nell’anno 1600 in onore dell’Anno Santo vennero costruite altre due chiese secondarie.

COSA VISITARE – ABBAZIA DELLE TRE FONTANE

Per entrare nel complesso dell’ abbazia delle tre fontane si attraversa l’Arco di Carlo Magno, costruito nel secolo XII, osservando il suo interno si possono notare gli affreschi narranti le storie del conquistatore. All’interno:

Chiesa dei Santi Vincenzo ed Anastasio

Risale al 651 la prima costruzione dell’abbazia, struttura che venne ricostruita nel 1140 dai frati cistercensi. Da vedere la facciata a colonne ioniche, i pilastri interni che suddividono le tre navate che si incontrano attraverso tre archi a tutto sesto. Potete notare come l’abbazia sia spoglia, mancano raffigurazioni pittoriche.

Chiesa di Santa Maria Scala Coeli

Costruita nel 1582 da Giacomo della Porta. Nella cripta sotterranea è presente una lapide che ricorda il massacro dei legionari cristiani avvenuto per mano di Diocleziano. Il nome della chiesa deriva da una visione di San Bernardo (1138), il quale durante una cerimonia vide una scala percorsa da angeli che trasportavano le anime liberate dal purgatorio in paradiso. Alla sommità della scala vide la figura di Maria Vergine. All’interno della cupola troviamo la raffigurazione dello Spirito Santo, mentre sull’architrave della porta esterna possiamo notare i due stemmi della famiglia Farnese e la scritta “SCALA COELI”.

Chiesa del Martirio di San Paolo

Si trova in fondo al viale, la chiesa venne eretta al posto di un’altra struttura risalente al V secolo. Il complesso venne creato da Giacomo della Porta sul luogo dove il Santo Apostolo subì il martirio. Al suo interno uno splendido mosaico pavimentale, con la rappresentazione delle Quattro stagioni.

CURIOSITÀ ABBAZIA DELLE TRE FONTANE

Nel viale di accesso il visitatore viene accolto dalla statua di San Benedetto, dove al di sopra è posto il “noto sigillo”, considerato un potente simbolo di esorcismo. Inoltre la posa della statua si pensa sia stata studiata appositamente per ammonire il visitatore ad una sorta si silenzio, sicuramente un invito a rispettare la sacralità del luogo, ma gli studiosi pensano possa essere un’allusione ad un qualche segreto riguardante il Santo e visibile ad ogni visitatore che passa davanti alla sua statua.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *