Arco di Tito al foro romano

Arco di Tito - Roma
Foto Arco di Tito

Questo post è disponibile anche in: enInglese

L’ Arco di Tito si raggiunge facilmente dal Colosseo, seguendo la strada che porta verso il Foro Romano ,ci si ritrova davanti al lato più bello di questo monumento trionfale.
Costruito sicuramente dopo la morte dell’imperatore Tito, tra l’anno 81 e l’anno 100, venne eretto dal senato romano in commemorazione della caduta di Gerusalemme avvenuta nel 70 d.C..

Particolarità Architettoniche Arco di Tito

L’ Arco di Tito è costruito ad un solo fornice, il lato dove sono visibili la maggior parte delle decorazioni è quello del Colosseo. La decorazione più importante, invece, è posta all’interno dell’ Arco, per vederla bisogna spostarsi verso il foro romano. In questa facciata si possono vedere dei portatori , sicuramente la raffigurazione rappresenta il trasporto degli oggetti conquistati da Tito a scapito degli Ebrei dopo la vittoria, si posso notare trombe d’argento e candelabro a sette braccia, oggetti ritenuti particolarmente importanti per il popolo Ebreo nel momento della sconfitta .
Spostandosi verso il lato di destra si può notare una quadriglia, in questa raffigurazione si vede la dea Roma (che tiene i cavalli per il morso) seguita da Tito. Alle loro spalle è stata raffigurata una vittoria e due personaggi, un giovane ed un anziano. Queste due figure sono state studiate con attenzione, il loro significato , sicuramente simbolico, è stato identificato nelle reciproche raffigurazione del Popolo e del Senato.
Posizionatevi ora al centro dell’ Arco, guardando la volta potrete ammirate la raffigurazione di Tito durante il suo ultimo viaggi, come tutti gli imperatori di nota il forte riferimento alla divinizzazione, infatti il suo corpo è sorretto da un’aquila incaricata del trasporto verso il cielo.
Un ultimo sguardo all’ Arco va dato nella falciata rivolta verso il Colosseo. Qui è incisa una scritta, “il Senato e il Popolo Romano al Divo Tito Vespasiano figlio del divo Vespasiano”.
Queste parole furono pronunciate dall’imperatore Tito ed immortalate per sempre nel monumento che ricorda le sue più grandi vittorie.

Curiosità Arco di Tito

L’ Arco di Tito è molto conosciuto, tanto che anche il Belli lo illustra molto dettagliatamente in uno dei suoi sonetti, in cui lo descrive con passione. Un sonetto che merita sicuramente di essere letto e che permette di capire profondamente il significato simbolico di questo monumento.
Nell’epoca Medioevale l’ Arco di Tito fu inglobato all’interno di una fortezza dei Frangipane, il monumento è potuto così giungere fino ai giorni d’oggi perfettamente conservato.

Galleria fotografica dell’ Arco di Tito

Potrebbero interessarti anche...