Basilica di San Clemente

Basilica di San Clemente - Roma
Foto Basilica di San Clemente

Questo post è disponibile anche in: enInglese

Tra le basiliche presenti a Roma sicuramente la basilica di San Clemente è una tra le più famose chiese Medievali. Costruita su più strati rappresenta un perfetto mix tra le civiltà che si sono susseguite negli anni.
Infatti la basilica di San Clementre è sviluppata su tre livelli , livelli che si sono stratificati attraverso i secoli. Recenti scavi hanno portato alla luce due livelli aggiuntivi, ben 18 metri sotto il manto stradale sono presenti i resti della Zecca e di una casa privata risalenti sicuramente al III secolo.
Questi ritrovamenti fanno pensare che fin da subito questo luogo fu adibito come zona religiosa, infatti all’interno della casa privata alcune stanze erano adibite ad ospitare un Mitreo, rappresentante di una altica religione siriana.
La basilica di San Clementre Medioevale fu completata nel 1123. Raggiungendo piazza San Clemente a Roma vi troverete davanti allo spettacolare protiro del XI secolo, con una cornice in marmo che vi inviteranno ad entrare per ammirare questa splendida basilica.
Entrando dal portone principale si accede ad un cortile interno, costituito da un portico (quadriportico) con architravi e colonne ioniche .
Nonostante nei secoli furono rifatte numerose parti della basilica, l’interno della stessa ha mantenuto il suo aspetto medievale. La basilica è divisa in tre navate, ognuna delle quali termina con un abside., in quello centrale è custodito uno splendido mosaico raffigurante il Cristo crocifisso tra S.Giovanni e la Vergine.
Nella navata centrale possiamo notare le colonne antiche ed i capitelli di stucco ionico.

Mitreo Sotterraneo Basilica di San Clemente

Dalla basilica si può visitare il mitreo, costituito da tre ambienti che fungono da scohola mitriaca. Qui si possono vedere dei resti di stucco ed affreschi. Ponete attenzione sul terzo, il quale rappresenta un mitreo vero e proprio con una volta ribassata, trattata con pomici in modo da simulare una vera caverna, dove veniva celebrata la religione mitriaca.
La volta presenta delle aperture, si pensa che siano simboliche e siano legate ad aspetti astronomici.
Attraversando la sala si giunge a quello che una volta era sicuramente uno spazio aperto, un vicolo tra le abitazioni. Da qui si può giungere ad altri ‘ambienti’ romani. Si può notare un corso d’acqua sotterraneo, che venne canalizzata nei secoli successivi, ancora oggi questa fonte sgorga tra le pareti per poi sparire velocemente tra il suolo.

Galleria fotografica della Basilica di San Clemente

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *