Fontana del Prigione

Fontana del Prigione - Roma
Foto Fontana del Prigione

Questo post è disponibile anche in: enInglese

La Fontana del Prigione è situata a Roma in Via Goffredo Mameli all’altezza dell’incrocio con Via Luciano Manara. Costruita subito dopo il termine del restauro dell’acquedotto Acqua Felice, fa parte del progetto di ramificazione secondaria per l’approvvigionamento d’acqua nei quartieri romani. Questo intervento vede la costruzione di un certo numero di fontane dislocate nelle piazze principali e nei quartieri ancora sprovvisti di acqua. Oltre alle fontane pubbliche durante questo importante progetto vennero costruite anche una serie di fontane private tra cui quella della “Prigione”.
La Fontana del Prigione in via Goffredo Mameli venne realizzata tra il 1587 e 1590 da Domenico Fontana per la sua villa sull’Esquilino. L’opera venne smontata successivamente per far posto ai quartieri popolari. La Fontana del Prigione in via Goffredo Mameli venne acquistata dal comune di Roma che la spostò nella posizione attuale.

Cosa vedere – Fontana del Prigione

La fontana oggi si presenta con il suo aspetto originale, una grande nicchia con due colonne che sorreggono un frontone decorato. Alla base della nicchia potete vedere le vasche raccogli acque, poco sopra una testa di leone getta l’acqua a ventaglio. Notate le sei colonnine che circondano la nicchia. Il nome Prigione deriva dalla figura scolpita che rappresenta un prigioniero mentre tenta di liberarsi dalla materia. La statua, oggi rimasta da sola, faceva parte certamente di un gruppo più ampio. Guardando nel nicchione della fontana si possono notare i resti della figura di Esculapio, dove potete vedere gli accenni della figura corporea, mentre la testa è andata perduta. L’ultimo restauro è stato effettuato nel 2005 a cura del Comune di Roma.

Galleria fotografica della Fontana del Prigione

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *